Cultura

Sardegna, un’isola con 1000 storie
La Sardegna è la seconda isola italiana per grandezza. Si estende per 24.090 km quadrati a ovest del Mar Mediterraneo. La lingua è il sardo, una lingua romanza che ha avuto molta influenza dal latino, catalano, e spagnolo. La maggior parte dei Sardi sono cresciuti bilingui. In molti piccoli paesi dell’interno l’italiano non è la madrelingua ma una lingua straniera. In Sardegna non solo si possono ammirare coste e spiagge da sogno, ma anche scoprire erbe selvatiche profumate e piante aromatiche. Ma ci sono anche altre cose da ammirare. La Sardegna è come un museo e per visitarlo non si deve pagare.

Come per esempio Orgosolo
un paese che ha visto nascere molti banditi, con i suoi “murales” che esprimono la protesta degli abitanti. Trattano per lo più problemi politici , militari e regionali. Un’incursione nella via principale del paese è come una marcia attraverso un libro storico con immagini dei tempi nostri.

Ottima cucina negli agriturismi
Li possiamo trovare in tutta l’Isola a un prezzo fisso di 30,00-35,00 Euro a persona. Vengono preparate tradizionali specialità sarde e 4 o 5 portate non sono una rarità. Come il cibo, così pure le bevande, vino e liquori, devono essere prodotti in proprio. Prosciutti, salsicce, ravioli con ricotta, gnocchi, formaggio, 
maialetti, i dolci, fanno venire l’acquolina in bocca. Su richiesta, possiamo prenotare per voi.

Nella profondità delle grotte
Le grotte del “Bue Marino” sono le più famose della Sardegna. Il suo nome deriva dalla”foca monaca” che frequentava questa grotta fino a qualche anno fa. Secondo alcune voci,sarebbe stata uccisa dai pescatori perché faceva loro concorrenza nella pesca. Si può prenotare la visita alle grotte alla Caletta, vicino a noi.

Esperienza col trenino verde
La Sardegna offre tour nostalgici col trenino verde. Per questo viaggio nel tempo dovete prendervi un po’ di tempo. Questi percorsi portano nell’interno attraverso la natura intatta che altrimenti difficilmente sarebbe godibile. Che i percorsi siano così tortuosi ha d’altronde un motivo: all’inizio del 19esimo secolo le imprese di costruzione erano pagate a chilometro. Il trenino prevede fermate anche durante il percorso per dar modo di ammirare il paesaggio.. Grotte inesplorate, spettacolari cascate e misteriosi insediamenti nuragici. Questi percorsi si possono prenotare prevedendo anche il pranzo.

Lo shopping è in"Auchan"
Chi vuole conoscere le ultime tendenze della moda in Sardegna può farlo in Auchan di Olbia, un enorme centro commerciale vicino all'aeroporto.

In giro per “La Caletta”
A qualche passo da noi, come in tutti i posti di vacanza, la sera vengono allestite bancarelle dove si può acquistare della bigiotteria, dolci, quadri e altro. Molti piccoli bar invitano a sedervi e osservare il via vai delle persone.

Festeggiare al “Pata Pata”
Il Pata Pata è veramente una discoteca di grido Con le sue otto piste da ballo è una delle più 
grandi della Sardegna. Al suo interno è stata sistemata una nave da pirati. Qui d’estate si festeggia alla grande.

Innumerevoli piacevoli feste
durante  tutto l’anno in ogni parte dell’Isola. Spesso vengono offerti gratis assaggi di specialità del posto. Qualora foste interessati a visitare queste feste, possiamo darvi ragguagli sulle date.